PAGINA 
IN 
COSTRUZIONE 
 

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI DI BUSALLA 2014-2019



PROGRAMMA DELLA LISTA

prima il Paese poi la politica

primailpaesepoilapolitica@gmail.com

25/04/2014



LINEE GENERALI

Daremo la priorità al Paese. Cercheremo di farlo con i fatti e non con le parole.

Si partirà dalle esigenze quotidiane, proveremo a risolvere i piccoli problemi e cercheremo di non farci scappare le opportunità che si presenteranno per poi puntare ai grandi temi (vedi opere pubbliche, sanità, rapporti con le aziende). Ascolteremo la voce e i bisogni del Paese Busalla e dei suoi abitanti.

Sarebbe disonesto promettere mari e monti solo per campagna elettorale. Il periodo di incertezza economica generale e le sempre minori risorse ed autonomie decisionali concesse alle Amministrazioni Comunali, non ci permettono in questo momento di prevedere con esattezza cosa si potrà fare e cosa no. Vogliamo precisare che questo non è un anticipato “atto di resa” ma razionale consapevolezza dell’esistente: in questo modo riusciremo farci trovare sempre pronti per sfruttare le occasioni e a fronteggiare le eventuali difficoltà.

Il presente programma è realistico e, se saremo eletti, attuabile. Ci auguriamo che le modifiche delle regole (assicurate ed auspicate) da parte del governo e la progressiva uscita dalla crisi economica ci permettano di andare ben oltre le prospettive che saranno qui di seguito indicate.

Molte basi sono state gettate dall'amministrazione Pastorino. Alcuni progetti (proprio per la loro portata ed utilità) hanno richiesto molto tempo ed ottenuto effetti poco “visibili”, ma, indispensabili per conquistare risultati importanti nei prossimi cinque anni. Raccoglieremo questa eredità, la faremo nostra e concretizzeremo ciò che è stato preparato.

Si proseguirà altresì nella direzione dello snellimento della burocrazia (nei limiti concessi dalle istituzioni superiori). Verrà istituito uno sportello “amministrativo”, un “front office”, di dialogo con i cittadini, i commercianti, gli artigiani e le associazioni. Gli abitanti di Busalla potranno avere così maggiore assistenza e informazioni per quanto riguarda consulenza, servizi, ed indirizzamento agli uffici comunali.

Erediteremo dall’amministrazione uscente anche altre forme di comunicazione ed interazione con i cittadini: tabellone elettronico, servizio sms ed e-mail (non solo con funzioni di Protezione Civile) e posizioneremo bacheche informative aggiornate quotidianamente.

Saranno promosse iniziative non solo di difesa ma anche di promozione del nostro territorio in collaborazione con la Protezione Civile e le varie associazioni.

Ambiremo in sostanza a fare il meglio possibile per Busalla-Paese, cercando di non sbagliare e comunque sempre in onestà e senza dover rendere conto a nessuno se non alla nostra coscienza ed ai Cittadini.

ISTRUZIONE, CULTURA E COMUNICAZIONE

Scuola: molto è stato fatto dall’amministrazione uscente. Adesso Busalla è dotata di una nuova modernissima scuola media, tra le migliori in Italia, e di una scuola elementare ristrutturata. L’obiettivo è quello di consolidare con piccoli e medi interventi ciò che è stato fatto.

Proprio sul finire del secondo mandato Pastorino, sarà inaugurata la nuova biblioteca multimediale in via Chiappa. La gestione, in collaborazione con la Pro Loco Busalla, sarà comunale e la sua funzione sarà molteplice. Si potranno consultare i libri cartacei ma anche ascoltare musica, visionare video e presentazioni, utilizzarla per congressi, incontri pubblici ed anche per iniziative culturali. Le prospettive sono molto interessanti. La base è stata gettata. Nei prossimi cinque anni si dovrà proseguire su questa via e rendere la struttura operativa al 100%.

Sempre in collaborazione con la Pro Loco (associazione di recente ricostituzione e fortemente voluta dall’amministrazione uscente) verrà dato il più ampio risalto possibile alle iniziative delle varie associazioni socio culturali presenti sul territorio.

A volte la buona volontà va oltre la carenza economica. Citiamo, ad esempio, il recente successo del tendone natalizio in piazza Macciò.

Oltre agli aspetti di comunicazione già esposti nelle “linee generali”, ci sarà l'avviamento ed il potenziamento del nuovo sito internet comunale (già pronto) e sarà mantenuto il periodico cartaceo bimestrale “Le Botteghe del Pane”.

Già attiva la diffusione del segnale internet gratuito sul territorio busallese: questo servizio verrà potenziato ed esteso alle principali piazze.

SERVIZI SOCIALI

Grande attenzione verrà riservata ai servizi sociali. Il Comune di Busalla è sempre stato all'avanguardia in questo settore, ma le necessità aumentano giorno dopo giorno a fronte di una disponibilità economica che si è fatta più esigua anno dopo anno. Nonostante questo, ce la metteremo tutta per fronteggiare le emergenze senza però trascurare una programmazione volta ad offrire servizi non legati all'urgenza.

In collaborazione con le associazioni del territorio saranno consolidati e migliorati gli spazi per giovani ed anziani.

Villa Macciò proprio in questi giorni vedrà la sua definitiva ristrutturazione. Questo traguardo è stato raggiunto dopo un iter durato anni e soprattutto grazie ai rischi personali corsi dal Sindaco Pastorino che ha permesso di non interrompere il servizio. Riteniamo ora necessario difendere i risultati ottenuti.

A fianco dell’Università delle tre età, L'Università del Tapullo e il Centro Anziani sono ormai una realtà.

Li aiuteremo e continueremo su questa strada.

Grazie alla collaborazione Comune-Pro Loco, i giovani hanno la possibilità di ritrovarsi in luoghi chiusi durante l'inverno e in manifestazioni all'aperto durante il periodo estivo. In prospettiva si cercherà di valorizzare ancora di più l'area ricreativa “Martignone”, la zona di Pratogrande e di dare nuova vita all'area “ex-SPAVS”.Feste e sagre estive ed invernali avranno tutta la nostra collaborazione ed il nostro sostegno. Sono il senso di Busalla “Paese” e rappresentano un ottimo strumento non solo di svago e aggregazione ma anche di promozione del territorio, delle aziende e dei prodotti locali.

TERRITORIO

Pensiamo ad una linea guida ben precisa dalla quale dipenderanno tutte le nostre decisioni in merito: No a scempi edilizi, forti delle nuove “regole per costruire” date nel 2006. Si alla promozione di energie rinnovabili e alla difesa delle aree verdi.

Nessuna cementificazione intensiva del territorio quindi, ma progressive iniziative per il miglioramento delle case esistenti e della qualità della vita di chi le abita.

Sarà promossa, in collaborazione con Protezione Civile ed altre associazioni, la pulizia di fiumi e sentieri.

Dove non riescono ad arrivare le istituzioni sole, possono arrivare i Volontari se supportati dalla struttura comunale.

Riqualificazione delle aree degradate boschive . Promozione di progetti di potenziamento della rete di percorsi e infrastrutture per la fruizione dell'ambito boschivo (piste tagliafuoco). Incentivazione di attività per l'uso del bosco (tipo filiera corta).

SANITA’

Tutto ciò che è successo in questi anni ormai è storia ed è noto ai più. Purtroppo tutta la “piccola” sanità ligure in questi ultimi anni è stata sacrificata da decisioni regionali e la tendenza pare restare questa.

Partendo da basi di tale genere concordiamo totalmente con la linea tenuta da Pastorino prima e dopo il voltafaccia di una parte delle istituzioni. Fermezza e nessun compromesso con chi muove interessi che poco hanno a che spartire con il bene di Busalla e la salute dei suoi abitanti.

Cosa sarà della nostra sanità è difficile da prevedere oggi, ma la nostra linea di comportamento è e rimarrà chiara ed univoca.

TANGENZIALE

La tangenziale di fondovalle resta un’esigenza più che mai attuale. Nulla cambierà rispetto al progetto faticosamente condiviso sulla base della proposta dell'amministrazione Pastorino. Come ricorderete questo progetto si fermò esclusivamente per la soppressione dell’Ente Provincia. Ora il Comune di Busalla è pronto, anche finanziariamente, a farlo ripartire in qualunque momento. Basta che ci sia una reale volontà da parte degli Enti superiori.

RAPPORTI CON LE AZIENDE SUL TERRITORIO

Per quanto riguarda IPLOM proseguiremo la linea dell’attuale amministrazione, ponendoci come civile ed onesta controparte ed adottando tutte le forme possibili di controllo. Soprattutto non dimenticheremo chi ci lavora!

Stesso atteggiamento con il gestore della Diga.

Per quanto riguarda le altre realtà industriali presenti sul territorio busallese, cercheremo di mettere in atto tutte le cautele per salvaguardare i posti di lavoro.

SPORT

Lo sport come aggregazione, educazione e svago. Questo è il filo conduttore.

Durante questi ultimi anni è stato promosso dall’amministrazione uscente il censimento delle società sportive presenti sul territorio col preciso intento di favorire dialogo e collaborazione.

Si continuerà su questa strada anche grazie alla Pro Loco, che farà da cardine e punto di riferimento per le varie società.

L’unione di più forze permetterà l’organizzazione di eventi sportivi e giornate di sport di qualità e livello superiori.

Uscire dal proprio guscio per confrontarsi, migliorarsi e migliorare lo sport busallese.

STRUTTURE SPORTIVE

Per quanto riguarda le strutture sportive (Busalla ne ha un notevole ed invidiabile “parco”), l’intento è quello di proseguire l’operato dell’amministrazione uscente, privilegiando innanzitutto il recupero e il consolidamento di quelle esistenti, oltre all’auspicabile messa in opera di una tensostruttura, finalizzata a dare uno spazio coperto a disposizione delle numerose ed efficienti società operanti sul nostro territorio. Ma, ripetiamo, lo sforzo sarà concentrato sul consolidamento e miglioramento dell'esistente: diremo pertanto “No” a nuovi insostenibili costi e punteremo ad interventi già in corso d’opera, come per esempio la progressiva installazione di impianti fotovoltaici (vedi tetto bocciofila di Busalla).

Se andrà in porto il rifacimento del manto erboso sintetico del campo sportivo comunale utilizzeremo il vecchio manto sul campo a 7 adiacente e in località Inagea, regalando così una nuova vita al primo dei due impianti e avviando il recupero del secondo nell’ambito del progetto “Area dei conglomerati”.

Piccoli e medi interventi sono previsti per la zona di Pratogrande: rafforzare ancora di più la sua funzione di polmone verde busallese, non solo per gli sportivi, ma anche per le famiglie, i giovani e gli anziani.

In questa area c'è anche il progetto già avviato di costruzione di un campo regolamentare di rugby con fondi non comunali.

Con il co-finanziamento a fondo perduto ottenuto dalla Regione Liguria in questi giorni, si metterà finalmente a norma la palestra scolastica (palazzetto dello sport) per renderla innanzitutto più sicura per lo svolgimento delle attività scolastiche, e in seconda battuta sempre più fruibile dalle nostre associazioni e ci si auspica da società sportive esterne in affitto saltuario.

TASSE

Inutile creare illusioni pre-elettorali. I Comuni, ai quali negli ultimi anni sono stati tolti gran parte dei soldi statali, per sopravvivere devono utilizzare le tasse “dirette”. Su queste ultime, oltretutto, la discrezionalità degli amministratori locali è limitata da imposizioni governative. Ciò che faremo sarà cercare di limitare ed arginare il più possibile l’impatto delle tasse sulla popolazione e sulle categorie produttive.

Ci batteremo affinché i soldi versati dai cittadini vengano spesi bene ed onestamente e ritornino sotto forma di strutture e servizi per il Paese.

EDILIZIA PRIVATA - URBANISTICA

Dopo il grande lavoro svolto dall’Amministrazione uscente, sciolti i non facili nodi dell’ “esondabilità” e del “RIR” (che ha permesso di definire con esattezza i reali termini di pericolo legati alla presenza industriale) il cammino verso l’approvazione del PUC (Piano Urbanistico Comunale) potrà riprendere attraverso un percorso il quale, possiamo dirlo in tutta franchezza, dovrebbe essere ormai tutto in discesa. Il prossimo quinquennio è pertanto decisivo.

Agli scempi edilizi dei passati decenni non potrà essere posto rimedio: tenuto conto della minima estensione territoriale di Busalla, l’obiettivo sarà essenzialmente quello di promuovere attraverso il PUC, nelle ultime aree in cui ciò sarà possibile, un’edilizia abitativa sostenibile e a misura d’uomo, confermando le “regole” che sono già state individuate con la variante edilizia al vecchio piano regolatore approvata nel 2006. In tale contesto, accanto ai possibili nuovi insediamenti in zona collinare, fondamentale sarà la promozione del recupero dell’esistente: in questo campo c’è veramente tanto da fare e il nuovo PUC dovrà fissare indirizzi chiari e promozionali per avviare tipologie di recupero volte a migliorare l’aspetto urbanistico globale del paese Busalla.

Il P.U.C. sarà lo strumento fondamentale per lo sviluppo e la salvaguardia del territorio che l'Amministrazione ha intenzione di mettere in atto.

Attraverso il nuovo Piano Urbanistico Comunale l'amministrazione potrà attuare i punti cardine del programma, punterà ad un governo del territorio e partendo dalle peculiarità e vocazioni dello stesso si prefiggerà i seguenti obiettivi:

1) Valorizzazione del tessuto storico e dei percorsi urbani di interesse storico/artistico

- favorire e qualificare l'offerta turistico-sportiva e quella legata al turismo del "benessere", completando e ristrutturando i percorsi pedonali, i sentieri per le escursioni a piedi o in mountain bike, favorendo iniziative sportive connesse con strutture ricettive, migliorando l'accessibilità a siti naturalistici della zona, unitamente alla creazione di strutture di accoglienza alternative (rifugi escursionistici, osterie-trattorie, aree di sosta attrezzate);

- valorizzazione delle aree naturalistiche storiche dell'entroterra con la creazione di una rete informativa e divulgativa, appoggiata alle strutture ricettive



2) Riordino e riqualificazione del territorio urbano ed extraurbano. Mantenimento della vocazione residenziale richiesta sul territorio, ma con la tendenza a limitare la compromissione del suolo non ancora urbanizzato, adottando come tema prevalente quello della riqualificazione urbana e dell'uso di fonti da energie rinnovabili.

Obiettivo inscindibilmente connesso con la razionalizzazione dell'edificato (soprattutto quello sparso) e dell'uso del territorio sarà l'uso della risorsa idrica, teso a prevenire e ridurre l'inquinamento dei corpi idrici, dotare i centri urbani delle varie frazioni di adeguati sistemi di fognatura in un piano unitario che preveda la sinergia con le Autorità preposte (A.T.O.)

3) Dotazione di servizi di base:

Il P.U.C. si prefiggerà di realizzare servizi pubblici laddove l'analisi e le indagini effettuate abbiano mostrato delle carenze:

- Servizi Cimiteriali

- Servizi Sportivi

- Servizi di depurazione acque e sistema fognario.

Relativamente all'approvvigionamento idrico, al sistema fognario ed alla rete di smaltimento dei R.S.U. il piano si porrà le seguenti finalità: garantire un buon funzionamento degli impianti e sistemi presenti sul territorio, con la sostituzione di tutte le tratte obsolete e fatiscenti e la realizzazione tramite A.T.O. delle parti mancanti del sistema di depurazione acque e del sistema fognario.

4) Sviluppo delle attività produttive e miglioramento del sistema della mobilità

5) Salvaguardia del territorio rurale

Ai fini del perseguimento degli obiettivi di tutela del territorio rurale il P.U.C. si porrà le finalità di:

- mantenimento (laddove presente) ed incentivazione delle attività agricole , forestali e naturali da attuarsi sia mediante il presidio ambientale sia attraverso l'innovazione delle attività tradizionali, con l'introduzione di coltivazioni biologiche, di prodotti tipici, ed il consolidamento e potenziamento di attività agrituristiche.

- valorizzazione e tutela del paesaggio anche con politiche capaci di integrare gli usi agricoli, turistici e collettivi e quindi in grado di favorire la ricettività diffusa come Bed & Breakfast, agriturismi ed altro.

COMMERCIO ED ARTIGIANATO

Comprendiamo perfettamente il momento particolarmente difficile per queste categorie. Per quanto ci compete proseguiremo l’attuale linea amministrativa. Non va dimenticato che la realizzazione sul territorio di grandi centri di distribuzione commerciale, che strozzerebbero il piccolo commercio, è già stata bloccata dalla prima giunta Pastorino cancellando la destinazione commerciale di grandi aree attualmente solo disponibili per insediamenti industriali. L'amministrazione cercherà inoltre di supportare al massimo delle sue possibilità tutte le iniziative di promozione che artigiani e commercianti decideranno di mettere in atto per promuoversi.

L'Amministrazione continuerà a farsi portavoce di un'economia locale e sostenibile: incoraggiando la commercializzazione di prodotti locali di alta qualità e promuovendo un turismo locale sostenibile.

La neo nata rete di videosorveglianza potrebbe finalmente dare il via all'attuazione del parcheggio per autotrasportatori di via Fontanelle.

PROTEZIONE CIVILE

Il piano di Protezione Civile, primo passo fondamentale per avere una Protezione Civile seria, è stato recentemente approvato.

La sede della Protezione Civile è nell'edificio della Croce Verde.

Il gruppo di radioamatori “TLC Vallescrivia” è operativo e le antenne di trasmissione/ricezione sono state posizionate.

Da qui, a cascata, potranno partire varie iniziative come ad esempio la divulgazione del piano stesso e la costituzione di un gruppo di volontari realmente (e non di facciata) operativo.

Tutto quello che è stato fatto rappresenta la base per sviluppare azioni integrate di monitoraggio ambientale e per rendere più efficienti le misure e le infrastrutture per la pianificazione d'emergenza.

Proseguirà anche l'ormai collaudato servizio di sms ed e-mail per la popolazione con sempre nuove funzioni a costi pressochè nulli per la collettività.

VIDEOSORVEGLIANZA

Busalla alla fine dell'attuale mandato sarà videosorvegliata con un sistema di rete wifi all'avanguardia. Questo sistema ottimizzerà il funzionamento e la fruibilità delle videocamere, conterrà i costi di gestione e permetterà l'ampliamento continuo della rete. Un progetto complesso ma con ampie prospettive di sviluppo per la sicurezza pubblica, per quella privata, per le funzioni di protezione civile, per il controllo del territorio e soprattutto per l’allerta della popolazione. Ulteriori sviluppi sono altresì previsti per l'assistenza agli anziani ed alle fasce deboli.

RIFIUTI

Servizio sicuramente da rivedere. Facile criticare. Difficile trovare soluzioni valide soprattutto perché dipende solo in parte dal Comune. Attendiamo le decisioni della Regione Liguria e proveremo a fornire un servizio efficiente. Le idee su come metterlo in atto sono già pronte.

L'Amministrazione punterà ad un migliore coefficiente di raccolta differenziata, minor produzione di rifiuti, minor conferimento a discarica, migliore rispetto per l'ambiente e la possibilità quindi per l'Amministrazione di ridurre la tassa della spazzatura con i conseguenti vantaggi per i cittadini

ILLUMINAZIONE PUBBLICA ED UTENZE - ENERGIE RINNOVABILI

Le nuove tecnologie permettono di avere forti risparmi e miglioramento dei sevizi in questi campi.

I piccoli fondamentali passi iniziali sono già stati compiuti negli ultimi anni. Ora starà a noi “saltare” su questo carro e letteralmente rivoluzionare le utenze comunali nella direzione dell'economia e dell'ottimizzazione: attuando interventi di riqualificazione ed miglioramento energetico dell'impianto di pubblica illuminazione mediante lampade a led e riduzione dell'inquinamento luminoso, con l'utilizzo di pannelli fotovoltaici per ridurre il consumo di energia primaria ed incrementare la quota delle energie rinnovabili pulite, con caldaie ad alto rendimento, linee telefoniche VoIp e molto altro,.

CIMITERI

La rivoluzionaria gestione dei cimiteri nel corso degli ultimi dieci anni, che ha permesso di evitare la realizzazione di un ulteriore grande cimitero in frazione Semino e ha dettato nuovi ancorché dignitosi criteri di conduzione di quelli esistenti, viene interamente confermata. Certo, in questo campo vale prima di tutto il rispetto delle sensibilità personali, ma la promozione delle cremazione delle salme dei defunti e la possibilità di utilizzare, a costi estremamente contenuti, il singolo loculo come “Tomba di famiglia”, sono novità assolute che, anche al duplice scopo di evitare ampliamenti cimiteriali e di fornire alla famiglie strumenti il meno possibile onerosi di collocazione cimiteriale dei propri defunti sarà una delle linee-guida della nostra Amministrazione.

TRASPORTI PUBBLICI

Nei limiti del possibile faremo in modo di non assecondare la progressiva dismissione del trasporto pubblico locale.

VILLA BORZINO

Ad avvenuta realizzazione del rifacimento completo delle fatiscenti coperture dell’edificio, e dopo che è stato portato a termine un primo importante intervento sul parco, la delimitazione da una parte di un’area verde “giochi” a sola sostenibile gestione comunale e, dall’altra, ben più problematico e impegnativo, l’avvio dell’edificio e del restante parco, anche e soprattutto in prospettiva di recupero e valorizzazione definitive, a cogestione pubblico-privata, è il grande obiettivo cui cercheremo di dare risposta e positive soluzioni nel corso del prossimo quinquennio.

PALAZZO COMUNALE

Molto è stato fatto nel passato decennio. Il nuovo accesso a piano piazza ha migliorato nettamente la “vivibilità” dell’edificio. Rimangono le due “facciate” laterali e (meno) quella posteriore, con intonaci a di poco fatiscenti, che conferiscono un aspetto di estrema sgradevolezza all’edificio.

Nei due quinquenni passati i soldi per il restauro c’erano ma è stato possibile spenderli (leggi “Patto di stabilità”). Noi confidiamo che le cose cambino e che il palazzo municipale, centro della vita del Comune, possa essere riportato alla dignità edilizia che gli compete.

UNIONE DEI COMUNI

E' una soluzione “imposta” dalla chiusura di Provincia e Comunità Montana e dall'avvento della città metropolitana. E’ l’unico modo per non diventare periferia della periferia.

Starà a noi non trasformare l’ “Unione dei Comuni” nell'ennesimo contenitore di cariche politiche e poltrone. Faremo invece il possibile per darle una valenza positiva, unendo le forze e le competenze di tutti per farla diventare un condiviso ed autorevole strumento di gestione di servizi migliori e più economici.

Questo è pertanto l’obbiettivo che intendiamo perseguire; e il nostro “non coinvolgimento politico” ci autorizza a pensare che potremo riuscirci.



C’è una considerazione finale che riteniamo di poterci permettere.


Noi non vendiamo illusioni per cercar di ottenere qualche voto in più.



Noi mettiamo invece in campo la nostra provata onestà, le nostre non meno comprovate ragionevolezza e capacità nell’affrontare tanto i problemi ordinari quanto le emergenze, il nostro impegno disinteressato e costante per migliorare il presente e il futuro del nostro paese.



Non facciamo inutili chiacchiere. Chi decide di votarci, sa con precisione perché lo fa e cosa può aspettarsi da un quinquennio (speriamo meno difficile del precedente) di onesta conduzione della cosa pubblica.






 
 
  Site Map